ARTIFICIALI ROTANTI BLACK BOLT

di Luciano Cerchi

Benché presente sul mercato dal 2009, ho avuto modo di provare attivamente il rotante ILBA Tondo Black Bolt solo da un paio di mesi. Il Black Bolt è la diretta derivazione del conosciuto ed apprezzato Tondo, utilizzato con continuità proprio per forma e colorazioni classiche. Dunque su cosa si è puntato per realizzare questo nuovo modello? Semplicemente su un “dettaglio” di estrema importanza come la variazione cromatica!
     
Tutti sappiamo che l’efficacia del cucchiaino rotante è dovuta principalmente all’invio costante di vibrazioni prodotte dalla rotazione della paletta, ma associata al messaggio cromatico formato dal “cono” colorato, realizzato dalla rotazione completa sull’asse della paletta. Tre le nuove proposte ILBA: il Nero/Fluorlemon – Nero/Fluorange e Nero/Bianco. Tutte con uno spiccato effetto fluo, ciò significa che la paletta forma coni colorati assai diversi e più visibili, del classico argento e oro. Vediamo dunque i colori nel dettaglio: il primo è un rosso/arancio, il secondo giallo/verde e l’ultimo bianco fluo, tutte le palette hanno una maschera di colore nero che comprende punti e logo. Le prime due colorazioni, siamo abituati ad usarle in condizioni di scarsa visibilità o con acque velate, proprio per il maggior contrasto prodotto durante il recupero, non mi aspettavo quindi sorprese in tal senso, poi pensai che la vera scommessa sarebbe stata quella di usare colori fluo in condizioni di “normalità”, andando nei corsi d’acqua appenninici che abitualmente frequento in cerca di fario, e di cavedani nella parte immediatamente più bassa, quindi, in condizioni di acque limpide e luminosità perfetta, proprio per dare al test un impulso inedito ed importante.   Ilba 
 
Ricordo che il Tondo Black Bolt è un rotante dalla paletta di forma classica tondeggiante e poco allungata, gira su cavalierino distaccato dal corpo in ottone da un distanziale dello stesso metallo. In origine monta l’ancoretta ma è disponibile anche con amo singolo. I campioni che ho ricevuto avevano l’ancoretta subito sostituita con amo barbless di media dimensione a filo medio/sottile. Considerando ambiente e prede, ho utilizzato prevalentemente il n.0 e 1, riservando il n.2 solo nei tratti più ampi, ma la parte del leone l’ha fatta sempre e solo il n. 1. Ho compreso da subito, che queste variazioni cromatiche potevano risultare vincenti anche in dette condizioni; i miei lanci, anche a metà giornata, quando la luminosità è più accentuata perché i raggi del sole arrivano dritti sull’acqua (vedi foto sub), non sono mai passati inosservati, il Nero/Fluorange ha spesso fatto la differenza, proprio per il contrasto del “cono” rosso con i ciottoli bruni e chiari, del fondale. Il Nero/Fluorlemon si è rivelato prezioso per le rare zone meno luminose o per le buche più profonde. Entrambi hanno convinto le fario ad attaccare o al limite a “spostare” con una musata l’intruso colorato, segno inequivocabile che le vibrazioni associate alla colorazione “forte” hanno svolto impeccabilmente il loro lavoro.
  Ilba
 
Appena poco più a valle, dove i cavedani fanno la loro comparsa e l’acqua assume una leggerissima velatura, dovuta alle particelle in sospensione, il Nero/Bianco ha avuto modo di esprimere tutta la sua efficacia, muovendo anche esemplari degni di nota all’alba e al tramonto, ma anche nelle ore più luminose. A mio avviso, le palette così decorate inviano un messaggio ottico meno luminoso dell’argento ed oro, ma proprio per questo più stimolante. L’ottima lanciabilità è dovuta alla paletta, montata su cavalierino, che si ribalta completamente durante il lancio, aumentando l’aerodinamicità. Impiegandolo a risalire “gira” al primo impulso di canna, seguito da un riavvolgimento costante di mulinello. Se usato a scendere, ruota non troppo vorticosamente, resistendo anche all’azione negativa di correnti di media intensità. Con un po’ di allenamento, si riesce ad usarlo alla giusta velocità senza uscire troppo velocemente dalla zona dove stimiamo possa avvenire l’attacco. Pescando a scendere i cavedani in acque più calme, è possibile far rimanere il rotante appena sotto la superficie ad una velocità costante ed adescante. Oltre alla numerazioni citate, ricordo che è disponibile in cinque diverse misure, adatte ad altre acque e predatori. Efficace, divertente e facile da usare... più di così!
 
Ilba


Ilba